A Roma per ricordare Alberto Sordi

A Roma per ricordare Alberto Sordi

Roma ricorda Alberto Sordi a dieci anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 25 febbraio 2003. Il Complesso del Vittoriano ospiterà, dal 15 febbraio fino al 31 marzo 2013, la mostra “Alberto Sordi e la sua Roma” che racconta il rapporto tra Sordi e la sua città che considerava la più bella al mondo. Vi saranno lettere, premi, filmati, oggetti, costumi di scena e tanto altro, molti materiali sono inediti, provengono, infatti, dalla casa e dallo studio dell’attore. La mostra è curata da Gloria Satta, Vincenzo Mollica e Alessandro Nicosia.

Mostra dedicata a Sordi- Roma
Mostra dedicata a Sordi- Roma

Sabato scorso, il 16 febbraio, è stato inaugurato Viale Alberto Sordi, accanto alla Casa del Cinema, a Villa Borghese. Il 24 febbraio, alle 11:00, verrà celebrata una messa in sua memoria, nella Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo, che sarà trasmessa anche in diretta Rai. Invece il 25 febbraio alle 20:00 sulle arcate del Colosseo saranno proiettate le immagini dei suoi film, con sottofondo di cinquanta minuti d’interviste. Nel film “Un americano a Roma”, nelle vesti di Nando,  Sordi minacciava di buttarsi dal celebre monumento. Inoltre ci saranno concerti, proiezioni, e ascolteremo la voce dell’attore sugli autobus e nelle metropolitane, in questo modo Sordi sarà con la sua amata Roma ancora per un giorno, proprio lui che ha fatto conoscere la romanità, tramite i suoi film, al mondo. Ha fatto conoscere non solo Roma ma l’Italia, sia con i suoi difetti che con le sue virtù.

Ogni evento culturale è dedicato ad uno dei mille volti di Sordi, figura poliedrica e tanto amata proprio per questa ragione. È stato anche cantante, doppiatore, speaker radiofonico, regista e sceneggiatore. Verrà ricordato sia nelle sua veste pubblica che privata, per mostrare al pubblico l’interezza di quest’uomo.

Saranno trasmesse anche le immagini del suo funerale, al quale parteciparono cinquecento mila persone. La prima parte della mostra è dedicata ai suoi 56 film girati a Roma e ci saranno degli approfondimenti. Nella seconda sezione verrà rivelata al pubblico la sua vita privata da cui scaturisce il suo amore per la Capitale. Vi sono gli articoli che scrisse per il “Messaggero”, al centro di queste pubblicazioni c’era Roma, parlava di costume, della vita quotidiana, ma faceva notare anche cosa non andava nella sua amata città.

L’ingresso all’esposizione è gratuito; è visitabile dal lunedì al giovedì dalle ore 9:30 alle 18:30. Venerdì, sabato e domenica dalle 9:30 alle 19:30.

Per avere maggiori informazioni e visitare i musei di Roma contattate Italy Travels, operatore specializzato nell’organizzazione di tour culturali, telefonando lo 055 2670402, o inviando una mail a info@italy-travels.it

Potete anche visitare il sito www.ticketsrome.com e la pagina Facebook Tickets and tours by Italy Travels

 

Leave a Reply