Ora visibile al pubblico il Tempietto del Santo Sepolcro della Cappella Rucellai a Firenze

I beni culturali di Firenze vengono spesso sottoposti ad interventi di restauro in modo da essere fruibili dal pubblico. Un monumento recentemente sottoposto a restauro e valorizzato è il Tempietto del Santo Sepolcro realizzato da Leon Battista Alberti, situato all’interno della Cappella Rucellai. I Rucellai furono una famiglia patrizia di Firenze che acquisì ricchezze e fama grazie al commercio di prodotti lanieri.

La Cappella si trova in piazza San Pancrazio, nel centro storico cittadino di Firenze, tra via Della Vigna Nuova e Piazza Santa Maria Novella. Vi si accede grazie all’apertura di un varco dalla navata centrale del Museo Marino Marini. La Cappella entrerà a far parte del percorso museale. Nel 1808 fu separata dalla Chiesa, fu sconsacrata, e per editto napoleonico i suoi spazi furono utilizzati come sala d’estrazione della Imperiale Lotteria di Francia; fu in quel momento che venne chiuso il varco di collegamento che ora è stato riaperto.

tempietto rucellai Ora visibile al pubblico il Tempietto del Santo Sepolcro della Cappella Rucellai a Firenze

Tempietto del Santo Sepolcro a Firenze

Il Tempietto del Santo Sepolcro fu realizzato nel 1467, ed è una copia in scala di quello di Gerusalemme; è costituito da 30 tarsie marmoree decorate con motivi geometrici e floreali, ognuno differente dall’altro, e con gli emblemi di famiglia.

L’evento è stato completamente sostenuto dalla Fondazione Marino Marini di Pistoia, ed il Museo per festeggiare questa eccezionale occasione ha lanciato un’App, che consente di fare una visita virtuale degli spazi espositivi, di ammirare le opere esposte a 360°, e di leggere spiegazioni e approfondimenti sia in italiano che in inglese. Nella Sala precedente la Cappella viene proiettato un video, a cura di Alberto Salvadori, che racconta tramite immagini la storia del museo e la biografia di Marino Marini, pittore e scultore nato a Pistoia nel 1901.

L’inaugurazione delle visite alla Cappella è stata sabato 16 e domenica 17 febbraio 2013; in questi 2 giorni l’ingresso al Museo è  stato gratuito al pubblico, potevano accedere 25 persone ogni 30 minuti.

Un’altra bellezza culturale è stata quindi salvata, infatti, il Tempietto è conosciuto dagli studiosi di tutto il mondo, ma da pochissime persone in Italia, proprio per il fatto che non era visitabile. I problemi principali per cui sono stati compiuti questi interventi di restauro erano legati all’umidità e a delle rotture della pavimentazione, inoltre è stato studiato un nuovo sistema di illuminazione che valorizza meglio l’ambiente. I lavori sono stati portati a termine dall’architetto Vincenzo Vaccaro.

Il Museo Marino Marini è nato nel 1988, e vi sono esposte circa 180 opere dell’artista, disposte tematicamente, o per meglio dire, secondo i suoi “stati d’animo”. Accoglie eventi culturali ed esposizioni dedicate all’arte contemporanea. La visita al Tempio seguirà le date e gli orari del museo, quindi sono visitabili il lunedì, e dal mercoledì al sabato dalle ore 10:00 alle 17:00. Sono invece chiusi i martedì, le domeniche e i giorni festivi.

Per avere maggiori informazioni e per visitare i musei di Firenze potete contattare Italy Travels, operatore specializzato nell’organizzazione di tour culturali, telefonando lo 055 2670402, mandare una mail a info@italy-travels.it, visitare il sito www.ticketsflorence.com e la pagina Facebook Tickets and tours by Italy Travels

 

freccia arancione Ora visibile al pubblico il Tempietto del Santo Sepolcro della Cappella Rucellai a Firenze
This entry was posted in Florence Monuments, Musei Firenze, Museum in Florence, Temporary Exhibitions Florence, Tour in Florence and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>