Www.facebook Galleria degli Uffizi il museo più famoso di Firenze
button-mobile

Varie letture della Primavera di Botticelli

La Primavera fu commissionata a Botticelli da Lorenzo di Pierfrancesco de’ Medici, cugino del Magnifico, per la sua villa di Castello dove la vide il Vasari nel Cinquecento insieme alla Nascita di Venere (la quale tuttavia, era in origine destinata ad un’altra villa). 

Uffizi Gallery Guided Tour in English


Sull’identità dei personaggi che popolano il quadro, le prime indicazioni di Vasari sono accolte da tutti gli studiosi e non danno adito ad incertezze. A partire da destra, questi sono: Zefiro, che insegue la ninfa Clori; questa da lui fecondata, si trasforma in Flora/Primavera. Al centro è Venere, con Eros intento a scagliare una freccia verso una delle tre Grazie danzanti e, infine, Mercurio che scaccia le nuvole con il caduceo. Molto più incerte e differenziate sono le proposte circa il significato complessivo dell’immagine. Alcune vi individuano, sotto abiti mitologici, personaggi fiorentini contemporanei quali Giuliano de’ Medici e la sua amata Simonetta Vespucci; oppure vi riconoscevano una mascherata di giovani fiorentini, di quelle messe in voga da Lorenzo per il carnevale. Il dipinto è stato anche decifrato come una sorta di calendario agreste, raffigurazione dei mesi dell’anno dedicati ai lavori agricoli.

Più convincenti sono le interpretazioni che tendono ad evidenziare i legami dell’opera con la cultura letteraria e filosofica laurenziana. Il primo a muoversi in questa direzione fu Aby Warburg, che interpretava (1893) la Nascita di Venere e la Primavera come parti di un dittico ispirato a Poliziano (al quale si dovrebbero numerose derivazioni da fonti letterarie antiche), che raffigurava la dea nei momenti successivi dalla nascita e nell’arrivo del suo regno.

Anche Panofsky collega i due quadri, ma li ritiene una celebrazione delle “due veneri” neoplatoniche. In entrambi i casi, un forte nesso connette i dipinti alla cultura neoplatonica laurenziana. Nesso confermato dal fatto che il committente aveva come precettori importanti pensatori neoplatonici, tra cui lo stesso Ficino. A questo proposito, Ernst Gombrich ha attirato l’attenzione (1945 - 1978) su una lettera a Lorenzo di Pierfrancesco del Ficino che esorta il ragazzo a indirizzare correttamente il proprio agire, seguendo la congiunzione astrale che ne dominava l’oroscopo: quella di Venere e Mercurio. Può essere azzardato considerare la lettera come spunto di partenza per la composizione pittorica, tuttavia è evidente come i legami con l’ambiente laurenziano siano non solo letterari (la vicinanza a immagini poetiche di Poliziano è stupefacente), ma anche filosofici.

La Primavera si può così intendere come illustrazione di uno dei cardini del sistema ficiniano: l’amore che, nei suoi diversi gradi, arriva a staccarsi dal mondo terreno per volgersi a quello spirituale. L’episodio di Zefiro, Clori e Flora rappresenterebbe la forza sensuale e irrazionale dell’amore che tuttavia è fonte di vita e che, grazie alla mediazione di Venere/Humanitas e di Eros, si trasforma in amore diverso e più perfetto (le Tre Grazie nel Rinascimento erano interpretate, sulla scorta di Seneca, come i tre aspetti dell’amore oblativo: saper dare, saper ricevere, saper restituire) fino a spiccare il volo verso le sfere celesti con la guida di Mercurio.

Tale lettura appare ora la più probabile, ed è stata ampiamente specificata in direzioni diverse (si segnala quella stimolante anche se a tratti discutibile di Edgar Wind, 1968,).

La Primavera resta una sensibilissima interpretazione “per figure” che l’artista mette a punto con eccellenti strumenti espressivi anche perché egli stesso partecipa con convinzione alla cultura prediletta del suo committente.

 

Photogallery Uffizi

Come scegliere il biglietto giusto

Ridotto: hanno diritto all’ingresso con biglietto a tariffa ridotta i cittadini dell’Unione europea di età compresa tra 18 e 25 anni.
Gratuito: hanno diritto all’ingresso con biglietto gratuito i minori di 18 anni di qualunque nazionalità;

-  i docenti italiani in possesso di idonea documentazione rilasciata a cura dell'istituzione scolastica (modello predisposto dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) unitamente ad un documento di identità in corso di validità.
NB. I docenti italiani senza attestato del MIUR e quelli stranieri pagano il biglietto intero.

 ...Continua

Puoi anche acquistare questi prodotti correlati

Italy Travels ti consiglia di prenotare anche l'ingresso alla 
Galleria dell'Accademia  
e l'ingresso alle
Cappelle Medicee 
per ammirare i capolavori scultorei di Michelangelo.

 
 Prenota
Booking Date Calendar
Totale risultante: ...,...

IMPORTANTE

IMPORTANTE PRENOTAZIONI GRUPPI: per prenotazioni di gruppi da 14 visitatori in poi, vi preghiamo di contattare il nostro servizio prenotazioni allo 055 2670402 oppure via email info@ticketsflorence.com
 

SERVIZIO ASSISTENZA

Se desideri ricevere assistenza per completare il tuo ordine, chiama l'ufficio prenotazioni.
Il nostro staff del servizio clienti è a vostra disposizione dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 17,00.

Tel. +39 055 2670402

voucher elettronico firenze scuro

biglietti scavi pompei

IMPORTANTE: 
l’orario confermato per i musei con maggiore afflusso di visitatori potrebbe non coincidere con l’orario richiesto. Il museo conferma automaticamente l’orario disponibile più vicino a quello desiderato. 
Se nel giorno richiesto il museo è completo e nessuna data alternativa è stata da voi segnalata, l'ordine di prenotazione verrà sospeso e sarete contattati via e-mail per richiedervi ulteriori alternative possibili.
 Vi preghiamo inoltre di segnalarci eventuali restrizioni di orario compatibili con i vostri programmi, facendo una segnalazione nel campo “note”. Se non sarà specificata alcuna restrizione, sarete tenuti ad accettare differenti orari di ingresso al museo in una fascia oraria compresa fra le 2 ore antecedenti e le 2 ore successive all’orario richiesto.

Il prezzo del biglietto è composto dalla tariffa d'ingresso (dipende dal museo e dalla categoria del biglietto), il diritto di prenotazione (3,00/4,00 €), la commissione di prenotazione online (2,00/5,50 €) e l'eventuale supplemento mostra, sempre obbligatorio se previsto.

Ingresso Gratuito Bambini 0 6 It

Per bambini sotto i 6 anni non è richiesto biglietto o prenotazione.

metodi pagamento